APF cambia l’esame per i promotori finanziari

Informatizzazione e test teorico-pratici fra le novità introdotte dall’organismo di tenuta dell’Albo

Con l’avvio dell’operatività dell’APF, l’organismo privato per la tenuta dell’Albo dei Promotori Finanziari, cambiano anche le modalità di accesso alla professione del promotore.

Istituito nel luglio del 2007, dal 1° gennaio 2009 l’Organismo dell’APF ha sostituito la Consob nella gestione dell’Albo cui sono iscritti attualmente più di 60mila promotori. Alla Consob resterà tutta l’attività di vigilanza nei confronti degli iscritti e potere di indirizzo nei confronti di APF, che è dotato invece di autonomia finanziaria, statutaria e organizzativa.

Una delle novità più importanti introdotte dal nuovo organismo è lo svolgimento della prova di esame, che a partire dalla prossima sessione di marzo 2009, sarà totalmente informatizzata e maggiormente selettiva.
Ciascun aspirante, infatti, in sede d'esame avrà a disposizione un PC su cui troverà 60 quesiti teorico-pratici (diversi per ogni aspirante) a risposta multipla da svolgere in 85 minuti, al termine dei quali sarà già comunicato l’esito.
Ciascuna prova si compone di:

- 28 domande teoriche da 2 punti;
- 12 domande pratiche da 2 punti;
- 20 domande teoriche da 1 punto.

Il punteggio minimo per superare l’esame è di 80 su un massimo di 100 punti con l’eliminazione della prova orale.

Ricordiamo che, finora, per superare la prova scritta bastava rispondere esattamente a 18 domande sulle 30 disponibili (ossia solo il 60%), dopodiché occorreva sostenere anche un esame orale, attualmente soppresso.

Ogni candidato sosterrà un’unica prova scritta, completamente informatizzata, composta da un esame tecnico pratico in forma di quiz.
Le materie su cui verte la prova valutativa, nel rispetto di quanto stabilito dall’articolo 100 del Regolamento Intermediari sono:
1. Diritto del mercato finanziario, degli intermediari e Disciplina dell’attività di Promotore Finanziario (cui il database dedica 2000 domande, ossia il 40% delle 5000 disponibili, il che significa 24 quesiti su 60)
2. Nozioni di matematica finanziaria e di economia del mercato finanziario; Pianificazione finanziaria; Finanza comportamentale (cui il database dedica 1600 domande, ossia il 32% delle 5000 disponibili, il che significa circa 19 quesiti su 60)
3. Nozioni di diritto privato e di diritto commerciale (cui il database dedica 400 domande, ossia l'8% delle 5000 disponibili, il che significa circa 5 quesiti su 60)
4. Nozioni di diritto tributario riguardanti il mercato finanziario (cui il database dedica 500 domande, ossia il 10% delle 5000 disponibili, il che significa 6 quesiti su 60)
5. Nozioni di diritto previdenziale e assicurativo (cui il database dedica 500 domande, ossia il 10% delle 5000 disponibili, il che significa 6 quesiti su 60).
All’indizione delle prove valutative sarà data adeguata pubblicità con apposito bando che indicherà i requisiti di ammissione, le materie d’esame, i criteri di valutazione della prova, nonché la data, la sede e le modalità di svolgimento di quest’ultima. Il bando sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica, nel Bollettino dell’APF e in quello della Consob, nonché consultabile nel sito web dell’APF. Puntuali indicazioni relative alla data, all’ora e alla sede di svolgimento delle prove valutative, saranno comunicate ai candidati ammessi alle stesse almeno quindici giorni prima della effettuazione di ciascuna prova e pubblicate nel sito web dell’APF con distinto riferimento alle singole sessioni.

L’altra novità riguarda la razionalizzazione della struttura decentrata, passata dalle 21 commissioni regionali e provinciali alle attuali 11 sezioni territoriali, con l’obiettivo di semplificare e velocizzare le procedure.

Proprio per perseguire i suddetti obiettivi, da quest'anno è previsto un rimborso spese per lo svolgimento della prova valutativa pari a 75 euro.
Inoltre, per l'attività di tenuta dell'Albo (che spetta all'Organismo dell'APF) è stabilita una quota associativa annua pari a 110 euro.
Per quanto riguarda, invece, la quota relativa all'attività di vigilanza, spetterà alla CONSOB stabilire un eventuale contributo.

Torna indietro




Sessioni d'esame
--------------------
Simula la prova d'esame
--------------------
Aggiornamenti online
--------------------
Codici Deontologici
--------------------
Normativa
--------------------
Glossario
--------------------
Siti di interesse
--------------------
Newsletter
--------------------
La nostra pubblicità
--------------------
Contattaci
--------------------
Home Page




56 - Manuale del Consulente Finanziario
Programma completo per la prova d'esame



Save the Children Italia Onlus