SOLUZIONI DELLA III SESSIONE 2003: PROVA D'ESAME DEL 07 NOVEMBRE 2003

le risposte esatte sono in grassetto

1. L’esclusione degli operatori dalle negoziazioni sul mercato regolamentato è disposta:

a) dalla società di gestione del mercato regolamentato, su proposta dell’Ordine Nazionale degli Agenti di Cambio;
b) dalla società di gestione del mercato regolamentato;
c) dalla Consob, sentita la società di gestione del mercato regolamentato;
d) dalla società di gestione del mercato regolamentato, su proposta del Ministro del Tesoro.

2. Con riferimento alla concessione di finanziamenti agli investitori, l’art. 47 del regolamento Consob n. 11522/1998 stabilisce che:

a) la possibilità di variare in senso sfavorevole all’investitore il tasso di interesse e ogni altro prezzo e condizione deve essere espressamente indicata nel contratto con clausola specificamente approvata dall’investitore;
b) non è mai possibile variare in senso sfavorevole all’investitore il tasso di interesse e ogni altro prezzo e condizione;
c) la variazione in senso sfavorevole all’investitore del tasso di interesse e di ogni altro prezzo e condizione deve essere
preventivamente comunicata all’investitore e approvata caso per caso;
d) la variazione in senso sfavorevole all’investitore del tasso di interesse e di ogni altro prezzo e condizione deve essere
comunicata alla Consob che ne valuta la congruità.

3. Con riferimento all’impatto di una variazione dei tassi di interesse sul prezzo di un titolo obbligazionario a tasso fisso, è corretto affermare che:

a) la sensibilità del prezzo a variazioni dei tassi di interesse diminuisce al crescere della durata del titolo;
b) la sensibilità del prezzo a variazioni dei tassi di interesse aumenta al crescere della durata del titolo;
c) la sensibilità del prezzo a variazioni dei tassi di interesse è nulla nel caso di un titolo privo di pagamenti periodici (zero coupon bond);
d) la sensibilità del prezzo a variazioni dei tassi di interesse è indipendente dalla durata del titolo.

4. Ai sensi dell’art. 26, comma 3, del regolamento Consob n. 11971/1998, le variazioni del prospetto informativo riguardante quote o azioni di OICR esteri armonizzati che comportano l’aumento delle spese applicabili ai partecipanti:

a) sono trasmesse tempestivamente all’autorità estera, che provvede a comunicarle alla Consob;
b) sono in ogni caso trasmesse tempestivamente ai partecipanti, previa comunicazione alla Consob;
c) sono trasmesse tempestivamente alla Consob, che provvede a renderle note ai partecipanti;
d) sono trasmesse tempestivamente ai partecipanti, previa comunicazione alla Consob, solo se l’aumento delle spese è superiore al venti per cento.

5. Ai sensi del D.M. n. 472/1998, quale delle seguenti situazioni impedisce l’iscrizione all’Albo dei promotori finanziari?

a) Trovarsi in una delle condizioni di ineleggibilità o decadenza previste dall’art. 2382 c.c.;
b) Aver svolto l’attività di agente di cambio per almeno cinque anni;
c) Aver svolto funzioni di amministrazione, direzione o controllo, per almeno cinque anni, in imprese operanti nel settore
finanziario o assicurativo;
d) Essere stato radiato dall’Albo stesso da più di cinque anni.

6. Quale sanzione è prevista dall’art. 98, comma 2, del regolamento Consob n. 11522/1998 nel caso di sollecitazione all’investimento effettuata da un promotore finanziario in violazione delle disposizioni di cui agli articoli 94 e seguenti del D. lgs. n. 58/1998?

a) La sospensione dall’esercizio dell’attività di promotore finanziario per un periodo massimo di un anno;
b) La radiazione dall’Albo dei promotori finanziari;
c) La sanzione amministrativa pecuniaria;
d) La confisca dei beni che costituiscono il profitto dell’operazione illecita.

7. Con riferimento alle obbligazioni "reverse convertible", indicare quale tra le seguenti affermazioni è corretta:

a) le reverse convertible non garantiscono la restituzione del capitale investito che può ridursi in funzione dell’andamento negativo dell’azione sottostante;
b) le reverse convertible garantiscono la restituzione del capitale investito se sono assistite dalla clausola nota come "knockin";
c) le reverse convertible garantiscono la restituzione del capitale investito in quanto sono del tutto assimilabili al tradizionale investimento obbligazionario;
d) le reverse convertible non garantiscono la restituzione del capitale investito solo nel caso in cui aumenti il valore dell’azione sottostante.

8. Le succursali di imprese di investimento comunitarie insediate in Italia possono aderire a un sistema di indennizzo riconosciuto in Italia?

a) No;
b) Sì, anche per l’attività svolta nel Paese d’origine;
c) Sì, limitatamente all’attività svolta in Italia, al fine di integrare la tutela offerta dal sistema di indennizzo del Paese d’origine;
d) Sì, solo se il cliente ne fa richiesta motivata all’atto della sottoscrizione del contratto.

9. In quali casi di necessità e di urgenza la Consob può sospendere il promotore finanziario dall’esercizio dell’attività per un periodo massimo di sessanta giorni?

a) Quando nei confronti del promotore è stata emessa una sentenza definitiva di condanna per uno dei delitti previsti dall’art.
55, comma 2, del D.lgs. n. 58/1998;
b) Quando il promotore ha assunto la qualità di imputato per uno dei delitti previsti dall’art. 55, comma 2, del D. lgs. n.
58/1998;
c) Quando il patrimonio dei clienti si sia ridotto per effetto di perdite in misura pari o superiore al 30% del controvalore
iniziale;
d) Quando sussistono elementi che facciano presumere l’esistenza di gravi violazioni di legge, ovvero di disposizioni generali o particolari impartite dalla Consob.

10. Si dice che un’opzione "call" è "out of the money" quando:

a) l’opzione è prossima alla scadenza;
b) il prezzo di esercizio è pari al prezzo corrente dell’attività sottostante;
c) il prezzo di esercizio è inferiore al prezzo corrente dell’attività sottostante;
d) il prezzo di esercizio è superiore al prezzo corrente dell’attività sottostante.

11. Qual è la differenza tra una polizza index linked ed una polizza unit linked?

a) Le polizze index linked sono contratti in cui l’entità del capitale assicurato dipende dal valore di un indice azionario o di un altro valore di riferimento. Le polizze unit linked sono contratti in cui l’entità del capitale assicurato dipende dal valore delle quote di fondi d’investimento in cui vengono investiti i premi versati;
b) Le polizze unit linked sono contratti in cui l’entità del capitale assicurato dipende dal valore di un indice azionario o di un
altro valore di riferimento. Le polizze index linked sono contratti in cui l’entità del capitale assicurato dipende dal valore delle
quote di fondi comuni d’investimento in cui vengono investiti i premi versati;
c) Le polizze index linked sono assicurazioni di tipo misto mentre le polizze unit linked sono assicurazioni caso morte;
d) Solo le polizze index linked godono di alcuni benefici fiscali.

12. Nello svolgimento dell’attività di offerta fuori sede, quale tra i seguenti documenti il promotore non è tenuto a consegnare all’investitore:

a) Copia di una dichiarazione da cui risulti, tra l’altro, il domicilio al quale indirizzare la dichiarazione di recesso prevista
dall’articolo 30, comma 6, del D. lgs. n. 58/1998;
b) Copia dei contratti sottoscritti dall’investitore;
c) Copia della dichiarazione con cui il promotore si impegna a perseguire gli obiettivi di investimento dell’investitore;
d) Copia di una comunicazione informativa sulle principali regole di comportamento del promotore finanziario nei confronti degli investitori.

13. Ai sensi dell’art. 8, comma 1, del regolamento Consob n. 11768/1998, l’ordine di un investitore italiano avente ad oggetto azioni quotate su un mercato regolamentato italiano può essere eseguito fuori dai mercati regolamentati?

a) Sì, qualora l’investitore abbia preventivamente autorizzato l’intermediario;
b) Sì, qualora vi sia un’autorizzazione preventiva dell’investitore e ciò consenta di ottenere un miglior prezzo;
c) Sì, qualora l’investitore possa ottenere un miglior prezzo;
d) No, in nessun caso.

14. Il "rating" di un titolo obbligazionario è un indicatore:

a) della probabilità di insolvenza dell’emittente;
b) del rendimento atteso;
c) del rendimento corretto per il rischio;
d) del rendimento reale.

15. Ai sensi del regolamento Consob n. 11522/1998, il promotore finanziario non può ricevere dall’investitore:

a) strumenti finanziari all’ordine, girati a favore del soggetto che presta il servizio oggetto di offerta;
b) informazioni sulla situazione finanziaria dell’investitore stesso;
c) forme di compenso o di finanziamento;
d) ordini di bonifico aventi come beneficiario il soggetto per conto del quale il promotore opera.

16. Una inclinazione positiva della "curva dei rendimenti" indica che:

a) i rendimenti delle azioni sono inferiori a quelli dei titoli di Stato;
b) i rendimenti delle azioni sono superiori a quelli dei titoli di Stato;
c) i tassi di interesse a breve termine sono più bassi di quelli a lungo termine;
d) i tassi di interesse a breve termine sono più alti di quelli a lungo termine.

17. Ai sensi del regolamento Consob n. 10629/1997, i promotori finanziari cancellati dall’Albo a seguito di propria richiesta possono essere nuovamente iscritti?

a) Sì, purché sia trascorso almeno 1 anno dalla cancellazione;
b) Sì, purché siano trascorso almeno 5 anni dalla cancellazione;
c) Sì, a seguito del superamento della prova valutativa indetta dalla Consob;
d) Sì, a domanda.

18. In quale dei seguenti casi non può essere disposta l’amministrazione straordinaria di una SIM?

a) Quando lo scioglimento sia richiesto con istanza motivata degli organi amministrativi;
b) Quando risultino gravi irregolarità nell’amministrazione ovvero gravi violazioni delle disposizioni legislative, amministrative o statutarie che ne regolano l’attività;
c) Quando siano previste gravi perdite del patrimonio della società;
d) Quando venga meno la maggioranza del Consiglio di Amministrazione.

19. Nella valutazione dei beni del fondo comune di investimento, il valore degli strumenti finanziari ammessi alle negoziazioni su mercati regolamentati è determinato in base:

a) alla media ponderata dei prezzi rilevati nel corso dell’ultima giornata di contrattazione;
b) all’ultimo prezzo disponibile rilevato sul mercato di negoziazione;
c) al valore nominale;
d) al prezzo di acquisto.

20. I BTP a cinque anni indicizzati al tasso di inflazione dell’area euro offrono un rendimento reale minimo garantito per un risparmiatore italiano se:

a) l’inflazione in Italia si mantiene sempre su livelli superiori a quelli dell’area euro;
b) l’inflazione in Italia si mantiene sempre su livelli inferiori o uguali a quelli dell’area euro;
c) la curva dei tassi rimane inclinata positivamente;
d) in nessun caso.

21. Nell’ambito della prestazione del servizio di gestione collettiva del risparmio, può il gestore del fondo affidare ad altri soggetti la definizione di specifiche scelte di investimento?

a) Sì, ma solo ad intermediari abilitati a prestare servizi di gestione di patrimoni e nel quadro dei criteri di allocazione del risparmio definiti di tempo in tempo dal gestore;
b) Sì, ma solo ad intermediari abilitati a prestare servizi di gestione di patrimoni e previa specifica autorizzazione
dell’investitore;
c) Sì, ma solo a promotori finanziari abilitati a prestare servizi di gestione di patrimoni;
d) No, mai.

22. Un titolo sottile è:

a) un titolo poco rischioso;
b) un titolo caratterizzato da spread bid-ask molto sottili;
c) un titolo caratterizzato da bassi dividendi;
d) un titolo caratterizzato da un basso livello di flottante e scambi.

23. Quale affermazioni è falsa con riferimento alle SICAV:

a) Le SICAV non possono emettere obbligazioni o azioni di risparmio;
b) Le SICAV sono abilitate alla prestazione del servizio di gestione collettiva del risparmio;
c) Le SICAV sono abilitate a svolgere il servizio di gestione su base individuale di portafogli di investimento per conto terzi;
d) Lo statuto delle SICAV può prevedere limiti all’emissione di azioni nominative.

24. In caso di OPA, la società i cui titoli sono oggetto dell’offerta:

a) deve diffondere un comunicato contenente, tra l’altro, la propria valutazione sull’offerta;
b) può diffondere un comunicato contenente, tra l’altro, la propria valutazione sull’offerta;
c) deve pubblicare un documento d’offerta;
d) può pubblicare un documento d’offerta.

25. Per ciascuna delle violazioni individuate dal regolamento Consob n. 11522/1998 relativamente all’attività dei promotori finanziari, tenuto conto delle circostanze e di ogni altro elemento disponibile, la Consob può disporre, in luogo della sanzione prevista:

a) qualunque sanzione, inferiore o superiore;
b) la sanzione immediatamente inferiore o superiore;
c) sola la sanzione immediatamente inferiore;
d) sola la sanzione immediatamente superiore.

26. Con riferimento alle "asset backed securities" (titoli emessi a fronte di operazioni di cartolarizzazione dei crediti), quale tra le seguenti affermazioni è corretta?

a) Nel caso in cui i titoli siano offerti ad investitori professionali, l’operazione deve essere sottoposta alla valutazione del
merito di credito da parte di operatori terzi;
b) Le operazioni devono avere ad oggetto titoli privi di rischio di credito;
c) Nel caso in cui i titoli siano offerti ad investitori non professionali, l’operazione deve essere sottoposta alla valutazione del merito di credito da parte di operatori terzi;
d) Alle operazioni di cartolarizzazione dei crediti non si applica la disciplina della sollecitudine.

27. La delega di voto nelle società con azioni quotate nei mercati regolamentati:

a) può essere rilasciata in bianco;
b) può essere rilasciata in bianco solo se il delegato è un’impresa di investimento;
c) può essere rilasciata in bianco solo se il delegato è una società fiduciaria;
d) non può essere rilasciata in bianco.

28. Nel caso in cui nella prestazione del servizio di gestione collettiva del risparmio la SGR di promozione sia distinta dalla SGR di gestione, chi risponde dell’attività svolta nei confronti dei partecipanti al fondo?

a) Entrambe le società, solidalmente;
b) La società di promozione e, solo in via sussidiaria, la società di gestione;
c) La società di promozione;
d) La società di gestione.

29. Il prezzo di borsa di un "Exchange Traded Fund" (ETF):

a) coincide sempre con il net asset value (o NAV);
b) può essere diverso dal net asset value (o NAV);
c) viene determinato con gli stessi criteri dei fondi comuni di tipo aperto;
d) è sempre a sconto rispetto al net asset value (o NAV).

30) In relazione ai costi dell’investimento in un fondo comune di investimento, è corretto definire la commissione di sottoscrizione (o di entrata) come:

a) un costo che grava sul patrimonio del fondo, connesso alla remunerazione della prestazione del servizio di gestione;
b) un diritto fisso, trattenuto dalla società di gestione del risparmio qualora il sottoscrittore chieda la consegna del certificato fisico rappresentativo delle quote;
c) un costo sostenuto direttamente dall’investitore;
d) un costo variabile a seconda del trattamento fiscale al quale è assoggettato l’investitore




Sessioni d'esame
--------------------
Simula la prova d'esame
--------------------
Aggiornamenti online
--------------------
Codici Deontologici
--------------------
Normativa
--------------------
Glossario
--------------------
Siti di interesse
--------------------
Newsletter
--------------------
La nostra pubblicità
--------------------
Contattaci
--------------------
Home Page




56 - Manuale del Consulente Finanziario
Programma completo per la prova d'esame



Save the Children Italia Onlus